Il CentroMS svolge attività di supporto e coordinamento scientifico degli studi di microzonazione sismica di livello III, nei confronti dei Comuni interessati e dei professionisti affidatari degli incarichi, come da Ordinanza N.24 del 12 maggio 2017.

Nell’ambito delle attività previste, il CentroMS organizza attività di formazione ai soggetti affidatari. A tal proposito sono iniziate nei Raggruppamenti territoriali individuati dalla suddetta Ordinanza (Abruzzo, Lazio, Marche 1, Marche 2, Marche 3, Umbria) le attività di formazione per i professionisti incaricati degli Studi di Microzonazione Sismica di Livello III.

I corsi si svolgono con il seguente calendario:

  • Raggruppamento territoriale Abruzzo - Date: 17, 18, 19 e 25 luglio (sedi: L’Aquila e Teramo)
  • Raggruppamento territoriale Lazio - Date: 12, 13, 26 e 27 luglio (sede: Rieti)
  • Raggruppamento territoriale Marche 1 -  Date: 10, 11, 13 e 14 luglio (sedi: Camerino, Ascoli Piceno)
  • Raggruppamento territoriale Marche 2 -  Date: 17, 18, 19 e 20 luglio (sede: Falerone FM)
  • Raggruppamento territoriale Marche 3 -  Date: 10, 11, 12 e 13 luglio (sede: Ascoli Piceno)
  • Raggruppamento territoriale Umbria -  Date: 17, 18 e 19 luglio (sede: Perugia)

Le attività di formazione saranno svolte dal personale del CentroMS. I corsi si articolano in quattro moduli di 8 ore il cui programma sintetico è riportato di seguito.

Modulo 1. Aspetti relativi alla realizzazione del modello geologico di riferimento e relative sezioni rappresentativeVerrà effettuata una disamina delle informazioni disponibili nella Macro Area mettendo in evidenza le maggiori criticità anche in rapporto alle Microzonazioni di Livello I disponibili. L’obiettivo è quello di definire una base comune alle attività di revisione ed integrazione richieste per la Microzonazione di Livello III. Particolare attenzione verrà riservata alla identificazione delle unità geologiche potenzialmente rappresentative del substrato di riferimento, alla definizione delle sezioni da utilizzare per la modellazione 2D e alle problematiche relative ai fenomeni di Instabilità.

Modulo 2. Prospezioni geofisiche e procedure di inversioneVista la loro diffusione, verrà posto l’accento soprattutto sulle problematiche relative alle misure di sismica passiva a stazione singola (metodo HVSR) ed attiva in onde superficiali (MASW). Verranno esaminate in dettaglio le problematiche relative all’esecuzione delle misure ed alle procedure di pre-analisi, mettendone in evidenza le maggiori criticità. Verranno inoltre discusse alcune procedure di inversione congiunta delle curve HVSR e di dispersione delle onde di Rayleigh al fine di definire i profili di velocità delle onde S nelle diverse Microzone Omogenee in Prospettiva Sismica (MOPS). Attenzione verrà posta alla definizione dei limiti e delle potenzialità delle procedure di inversione ponendo particolare attenzione alla determinazione delle incertezze sui risultati ottenuti. Verranno svolte esercitazioni in aula su due codici di inversione (HV-INV e GEOPSY) liberamente disponibili per gli operatori.  

Modulo 3.  Parametrizzazione geotecnica e modellazione numerica della Risposta sismica Locale 1DObiettivo di questo modulo è la presentazione delle problematiche relative alla modellazione numerica 1D della risposta sismica locale mediante codici di calcolo lineari equivalenti. Saranno presentate brevemente le basi teoriche della dinamica dei terreni e delle modalità di valutazione degli effetti non lineari nell’ambito di l’approccio lineare-equivalente. Verranno esaminati i principali i principali modelli per la caratterizzazione del comportamento non lineare dei terreni ed i metodi di laboratorio necessari a parametrizzarli. Particolare attenzione verrà dedicata alla scelta ed alle modalità di prelievo dei campioni per le analisi di laboratorio oltre che alla discussione delle maggiori criticità che si presentano nelle fasi di perforazione ed attrezzatura dei fori da predisporre per le misure sismiche in foro. 

Modulo 4. Costruzione della Banca DatiL’attività di formazione sulla costruzione della banca dati sarà orientata a supportare il professionista durante la fase di archiviazione dei dati e realizzazione dei prodotti cartografici. Il corso sarà suddiviso in due parti. Nella prima parte verranno illustrati gli standard di rappresentazione e archiviazione informatica per gli studi di MS (versione 4.0b) realizzati dalla Commissione tecnica per il supporto ed il monitoraggio degli studi di microzonazione sismica. Nella seconda parte sarà illustrato il software, realizzato dal CNR IGAG, di inserimento e gestione dei dati e di costruzione dei layout di stampa relativi ai prodotti cartografici.

 

Discuti questo articolo nel forum (0 risposte).

Accesso Utente

Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies. Proseguendo la navigazione, l'utente accetta l'utilizzo dei cookie. Altre informazioni.